Per offrirti una migliore esperienza di navigazione, il sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.

Adunata, firmato l’accordo tra Comune e Alpini

Il sindaco: “E’ un atto operativo ma anche simbolico, con cui la città si mette a disposizione degli Alpini, gli Alpini si impegnano a riconsegnarci una città migliore di come l’hanno trovata”. Genovese: “Siamo certi che il nostro sforzo è condiviso”

 E’ stata firmata stamattina, nella sala stampa di palazzo Geremia, la convenzione tra il Comune di Trento e il Comitato organizzatore dell’adunata nazionale degli Alpini, in programma dall’11 al 13 maggio prossimi. Si tratta di una convenzione pratica, operativa, che formalizza i modi e i luoghi della collaborazione tra ente pubblico e Coa. Se, da una parte, il Comune assicura la più ampia collaborazione, mettendo a disposizione gratuitamente immobili (tra cui il Teatro Sociale e il Briamasco), strutture, aree pubbliche, utenze elettriche e idriche, dall’altra il Coa si assume una lunga serie di impegni, tra cui quello di mantenere in buono stato le strutture concesse, di allestire accampamenti e servizi igienici, montare e smontare il palco delle autorità, di predisporre il servizio d’ordine e, se necessario, di apportare migliorie e provvedere alla manutenzione delle aree pubbliche. A firmare la convenzione sono stati il sindaco Alessandro Andreatta e Renato Genovese, presidente del Comitato organizzatore.