Disinfestazione tarli come eliminarli con test e sopralluoghi

Disinfestazione tarli: come eliminarli con test e sopralluoghi

I tarli del legno sono degli insetti molto piccoli, che tendono a nutrirsi di legno, ma che allo stesso tempo infestano intera abitazioni. Questi animaletti cercano rifugio nei mobili della casa o semplicemente nei pavimenti in parquet. Amano vivere all’interno del legno e mangiarlo, scavando quanto più affondo possibile. Inoltre, instaurandosi in queste piccole cavità tendono a deporre anche le loro piccole uova, e in questo modo i tarli si riproducono.

Per eliminarli dal loro nuovo habitat è necessario attuare un controllo specializzato, perché soltanto con un trattamento specifico è possibile attuare una disinfestazione dai tarli (approfondisci https://www.glispecialistidelladisinfestazione.com/disinfestazione-tarli-del-legno/) efficiente di efficace. I tarli, infatti, oltre ad essere degli insetti fastidiosi possono addirittura prendere il possesso della casa indebolire la struttura di un edificio.

Come individuare i tarli e le infiltrazioni

Per individuare in maniera preventiva la presenza di tarli nel legno è bene fare attenzione ad ogni minimo particolare. Se ci sono dei piccoli fori nel parquet ogni mobili, è molto probabile che questi siano opera proprio degli insetti, in genere, il tutto accompagnato da una polverina di legno. I fori più larghi sono opera dei tarli grandi, ed è per questo che sono molto più pericolosi, non solo per se stessi e per la prova abitazione ma addirittura per un intero edificio.

Questi sono chiamati addirittura orologio della morte, anche perché producono dei rumori veramente esortanti e fastidiosi, tanto è vero che molte persone tendono a sentirli anche di notte. Infine, è possibile individuare la presenza di dargli anche sul proprio corpo, perché quest’ultime possono rilasciare delle punture. Se si verifica tutto ciò è bene cuore subito ai ripari.

Sopralluogo

Una volta scovati questi indizi è necessario attuare un sopralluogo in tutta l’abitazione, senza lasciare nulla al caso. L’analisi e lo screening dei mobili del legno devono essere assolutamente precisi, anche se sono fatti in maniera autonoma e non da esperti del settore.

In genere la prima cosa da fare individuare la tipologia di tarlo che si è insinuata nella propria abitazione, dopodiché bisogna vedere se c’è qualche nido ormai insidiato oppure no. È importante valutare anche la gravità della situazione: se l’infestazione è estesa o meno. Infine, è necessario fare il possibile per provvedere all’eliminazione dei tarli, e quindi chiamare una ditta che risolve il problema.

Test da seguire

Per attuare il miglior test e disinfestare la propria casa dei parti è importante analizzare le polveri, rilevare il suono degli insetti ed attuare uno screening dettagliato su tutte le superfici dell’abitazione e dei mobili in legno. La disinfestazione può essere attuata sia modo naturale che artificiale.

I metodi naturali sono naturalmente quelli considerati blandi, perché si riducono semplicemente a dei rimedi fai-da-te. Dunque, è sempre meglio utilizzare dei sistemi tecnologici avanzati per l’eliminazione dei tarli. Tra questi è possibile trovare il microonde, il quale si utilizza per eliminare a fondo tutti gli insetti che ormai hanno nidificato all’interno di un’abitazione.

Il trattamento è estremamente ecologico, e per questo protegge lo stesso mento anche l’ambiente. Quest’ultimo non è propriamente economico, ma c’è da dire che non crea sporco e non alza la polvere. La tecnologia microonde permette di aumentare il calore all’interno del legno e quindi di uccidere ogni tarlo.

L’efficacia arriva addirittura al 100%. Oltre al microonde è possibile utilizzare anche il trattamento atmosfera modificata, chiamato comunemente anche camera gas. Questa ultimo sconfigge i tarli lentamente: i mobili con gli insetti verranno messi in una sorta di sacco a cui verrà tolta completamente l’aria è pomperà anidride carbonica. I tarli moriranno senza ossigeno.