Impara l’inglese giocando e divertendoti

Impara l’inglese giocando e divertendoti

Imparare l’inglese oggi è fondamentale. Chi non conosce almeno una lingua straniera viene tagliato fuori dal mondo del lavoro, o quasi. Lo scenario è sempre più globalizzato e competitivo, quindi saper parlare inglese consente di avere una marcia in più, ecco perché è meglio iniziare fin dalla più tenera età. Impara l’inglese giocando e divertendoti, è l’unico modo per apprendere e interiorizzare una lingua straniera. Vediamo come.

Impara l’inglese e divertiti

Studiare una nuova lingua non è facile per tutti, ci sono persone più portate all’apprendimento e altre che fanno più fatica. In realtà, però, le cose possono diventare semplici per tutti se si trova il giusto metodo di apprendimento.

Non tutti, infatti, abbiamo lo stesso stile di apprendimento. C’è chi ha un’ottima memoria visiva, chi invece ha una forte capacità mnemonica e così via. Per apprendere bisogna trovare il canale giusto, diversamente non si vedranno i risultati e con le lingue è quanto mai fondamentale trovare il proprio stile di apprendimento.

Quello che però è comune un po’ a tutti è che giocando s’impara, e questo non è solamente un detto. Nel caso dei bambini, in modo particolare, il trucco sta proprio nel proporgli la nuova lingua come un gioco. Per esempio, uno dei metodi più semplici è quello di insegnargli delle canzoncine. Se ne trovano diverse sul web, anche per fascia d’età.

Il bambino, imparando le canzoncine, apprende nuovi vocaboli e, con un po’ d’impegno e di costanza, anche la pronuncia.

I cartoni animati in lingua inglese

Un altro metodo facile e divertente è guardare dei cartoni animati in inglese. Anche in questo caso il web offre molte risorse, ma anche la TV. Ci sono infatti dei canali che propongono una programmazione in lingua originale per qualche ora al giorno. Tra i cartoni più apprezzati per i più piccoli sicuramente dobbiamo menzionare Peppa Pig, trasmessa prima doppiata in italiano e poi a seguire la puntata in lingua originale.

Le flash cards

Le flash cards sono uno dei metodi più utilizzati anche nella scuola primaria e secondaria di primo grado, nonché con alunni con disabilità, per memorizzare i vocaboli. Si tratta di carte con dei disegni che possono avere il nome dell’oggetto disegnato sia in italiano che in inglese. Si possono utilizzare in modi diversi, a seconda del gioco che si vuole fare, anche come memory cards, e sono facilissime da realizzare in casa.

I giochi in inglese

Sempre per i più piccini, un modo per apprendere il lessico della lingua inglese è quello di fare dei giochini. Uno molto divertente è “Strega color color” dove i bambini imparano la frase formula e i colori da toccare, oltre ai verbi.

Le azioni quotidiane

Per i bambini un po’ più grandicelli, invece, si potrà stabilire una serie di attività quotidiane da descrivere in inglese, per esempio alzarsi, fare colazione, lavarsi i denti e vestirsi, il tutto, magari, a tempo di musica. Gli adolescenti, invece, possono iniziare a utilizzare anche delle applicazioni o fare dei giochi online didattici. Inoltre, per questa fascia d’età è molto interessante tradurre le canzoni.

Non forzare mai la mano

Qualsiasi metodo intendiate utilizzare, la cosa fondamentale è non forzare mai la mano. Se i bambini o i ragazzi non hanno voglia di fare inglese in quel momento, è meglio lasciar perdere e non insistere. Meglio, invece, cercare di coinvolgerli con i giochi di cui abbiamo parlato in precedenza.

Ricordiamoci che la memoria e l’apprendimento funzionano meglio se c’è coinvolgimento emotivo, quindi, se si stimola la loro curiosità e si stuzzica la loro voglia di divertirsi, tutto sarà più semplice. Ci sono diverse scuole suddivise per fascia d’età che utilizzano metodi d’apprendimento basati sul gioco, vale la pena provare con queste e vedere come reagisce lo studente agli stimoli.